Sei in: Home > Candidate-evaluation

 

 Assessment of the educational pathway (approved by the Teaching Committee on 14th July 2011)

The evaluation of the learning activities organized by the PhD programme is carried out at the end of the course/seminar through a test chosen by the lecturer.  Only PhD students  passing the test will obtain the credits.

The evaluation of Phd students’ scientific activities  will take place after the presentation of their yearly reports; both the written and the oral reports will be marked.

 

a)    Phd students reports

While attending the PhD programme, Phd students must present a written report every six months. Phd students are furthermore required to present the results of their project through a yearly, oral presentation.

Written reports

The reports presented every six months are considered as progress reports and therefore are not subject to an evaluation. The yearly reports are assessed by the Teaching Committee. They must  summarize the annual progress and development of the project and must be organized according to the scheme used for oral presentations. Written reports must be  undersigned by the Tutor. For PhD students at their last year, written reports are replaced by the thesis.

Oral presentation

Each Phd student is required to attend oral  presentations by other students of the same cycle. Through the attendance of oral presentations (including oral reports of students of other cycles) Phd students will obtain the foreseen number of credits. When abroad to work on their project, PhD students can make their presentations via videoconferencing. Videoconferencing is, however, not admitted for the last year report (leading to admission to the final examination).

1st year: Brief report (lasting up to a maximum of 15 minutes) about the educational activities attended and the research activities carried out during the year. Candidates must summarize the state of the art of their research topics and present the main lines of their scientific projects.  Candidates must specify the technical and methodological approaches to be used, and how the educational activities already carried out or still to be carried out are relevant for their research project goals. Preliminary results can be provided, if available.

2nd year: Report on the progresses of the research project (lasting maximum 20 minutes). After mentioning the background and the used methodologies, candidates must present the obtained results. Results must consistently support the feasibility of the project. Candidates  will then describe the future developments  for the next years, and show how these are going to be integrated into the project.

3rd year: Report on the latest progresses of the research project (lasting maximum 20 minutes). After briefly  recalling the background and the methodologies used, candidates discuss the achieved results, and illustrate how they intend to complete their research in relation to the drafting of the thesis and to the publication of their scientific work.

 

4th year: The report is organized as a 30 minutes’ length seminar. The results obtained during the four years of the Phd programme are discussed and assessed in relation to the logical development of the project,  to their consistency and originality, and to their relation to international literature.

 

All people attending oral reports may participate to the discussion. The members of the Teaching Committee may test the level of competence acquired by the candidate, with regard both to general issues and to the technical and methodologies aspects related to the research project.

 

Teachers are expected to assess also:

 

 

  • Background (scientific skills and ability to contextualize the research subject adequately);
  • Description of the project (ability to go deeply into the research project);
  • Methodological aspects (fairness of choice and execution of the techniques used, correct use of  statistical analysis);
  • Communication and conciseness skills (quality of the presentation);
  • Respect of time scheduling (the presentation must respect the required length and be balanced in all of its parts);
  • Logical development of the project (how the abovementioned issues integrate within the PhD programme progress, and how candidates discuss their work within the scientific context);
  • Ability to answer questions and requests for further information by the present.

 

The Teaching Committee preliminarily examines the written biannual reports, and assesses both the written and oral yearly written reports.

The report presentations are attended by the Head of the PhD Programme and by other 6-7 teachers representing  the Teaching Committee and of all areas and  subjects included in the Phd Programme.

 

If necessary, upon proposal by the PhD Programme Head or by a member of the Teaching Committee, an external component with a consultative role may participate. Such a component can be a member of either private, public or non-university research bodies.

 

Of the uttermost importance are 2nd year evaluations, which includes the verification of the number and type of credits acquired up to that moment, and 4th year assessment, including the evaluation, by the Teaching Committee, of the thesis and final reports, resulting in admittance or rejection of PhD students to the defence of their thesis.

 

 

Valutazione del percorso formativo (approvato dal Collegio Docenti del 14 luglio 2011)

La valutazione della didattica organizzata dal dottorato avviene mediante verifica a scelta del docente di norma entro la fine del corso /seminario. Soltanto in caso di esito positivo di tale verifica saranno attribuiti i relativi CFU.

La valutazione dell’attività scientifica del dottorando avviene al termine di ciascuna relazione annuale tramite l’assegnazione di un punteggio sia alle relazioni scritte che alle presentazioni orali.

 

a) Relazioni dei dottorandi  

Nell’ambito del percorso formativo, il dottorando è tenuto a presentare relazioni scritte a cadenza semestrale ed annuale. Il dottorando è tenuto altresì ad illustrare i risultati del suo progetto tramite presentazioni orali annuali.

Relazioni scritte

Le relazioni semestrali hanno valore di progress report e non sono sottoposte a valutazione. Quelle annuali – sottoposte a valutazione da parte del Collegio Docenti - devono riassumere sinteticamente l’evoluzione del progetto in rapporto all’anno di corso secondo lo schema illustrato per le relazioni orali. Le relazioni scritte devono essere controfirmate dal tutor per presa visione. Al quarto anno sono sostituite dalla Tesi.

Relazioni orali

Ciascun dottorando ha l’obbligo di presenziare alle relazioni orali svolte nell’ambito del ciclo di corso da lui frequentato. La presenza alle relazioni annuali del proprio ciclo o di altri cicli, opportunamente documentata, darà origine all’acquisizione dei CFU previsti. Nel caso in cui il dottorando si trovi all’estero per motivi inerenti al suo progetto, è ammesso lo svolgimento della presentazione annuale tramite videoconferenza ad eccezione della relazione del 4° anno (ammissione all’esame finale)

1° anno: Relazione sintetica (max. 10’) dell’attività di formazione e ricerca svolta nel corrispondente anno di corso. Il candidato deve sintetizzare lo stato dell’arte sull’ argomento (background), passando quindi a presentare le principali linee del progetto scientifico su cui intende lavorare. Nel presentare il progetto deve precisare gli approcci tecnico-metodologici che verranno utilizzati e in che modo l’attività formativa acquisita o acquisibile si integra con gli obiettivi del progetto di ricerca. Nel caso fossero già disponibili risultati preliminari, questi possono essere inseriti.

2° anno: Relazione sullo stato di avanzamento del progetto di ricerca (max. 20’). Dopo aver richiamato il background e le metodologie impiegate, il candidato espone i risultati ottenuti, che devono dare evidente testimonianza della fattibilità del progetto scientifico.  Vengono quindi illustrati gli sviluppi futuri che il candidato intende mettere in atto negli anni successivi e come questi si integrano nella logica del progetto.

3° anno: Relazione sull’ulteriore stato di avanzamento del progetto di ricerca (max. 20’). Dopo aver brevemente richiamato il background e le metodologie impiegate, il candidato espone e discute i risultati ottenuti. Viene quindi illustrato come il candidato intende proseguire nel corso dell’ultimo anno al fine di portare a termine il lavoro di ricerca finalizzato alla stesura della Tesi e della pubblicazione scientifica.

4° anno: Relazione sotto forma di seminario (30’), in cui vengono esposti i risultati ottenuti nell’arco dell’intero dottorato, valutati in base allo sviluppo logico del progetto, la consistenza e l’originalità dei risultati ottenuti, nonché la loro discussione in rapporto a quanto riportato dalla letteratura internazionale.

Durante ogni relazione orale la discussione è aperta a tutti i presenti. I componenti del Collegio Docenti possono accertare il livello di preparazione acquisito dal dottorando, sia relativamente a tematiche di carattere generale riguardanti il progetto sviluppato, sia in merito agli aspetti tecnico-metodologici.

Oltre agli elementi sopra accennati, gli aspetti fondamentali che i docenti sono chiamati a valutare sono i seguenti :

  • background (preparazione scientifica e capacità di introdurre adeguatamente l’argomento generale in cui si svolge la ricerca);
  • descrizione del progetto (entrare nel merito e nello specifico del progetto di ricerca)
  • aspetti metodologici (adeguatezza della scelta e dell’esecuzione delle tecniche impiegate, corretto impiego delle analisi statistiche);
  • capacità di esposizione e di sintesi (qualità della presentazione);
  • rispetto dei tempi (l’esposizione deve restare nei tempi previsti e deve essere equilibrata nelle sue parti);
  • sviluppo logico del progetto (come i punti precedenti si integrano e si armonizzano nella progressione del dottorato e come il candidato è in grado di discutere il suo lavoro nell’ambito del panorama scientifico)
  • capacità di rispondere a domande e richieste di spiegazioni da parte dei presenti

Il Collegio esamina preliminarmente le relazioni scritte semestrali e valuta sia le relazioni annuali dei dottorandi che la presentazione orale. Alle relazioni orali partecipa il Coordinatore ed una rappresentanza del collegio dei docenti (in totale 6-7) scelti in modo da garantire un’adeguata rappresentanza dei diversi settori e delle diverse discipline. Ove necessario, su proposta del Coordinatore o di un componente del Collegio Docenti, è ammessa la presenza di un componente esterno con funzione consultiva, anche appartenente a istituzioni di ricerca pubbliche o private extra-universitarie.

Particolare importanza assumono la valutazioni del 2° anno, in occasione della quale verrà anche condotto un primo accertamento sul numero e la tipologia dei CFU acquisiti, e quella del 4° anno, nella quale il  Collegio valuta la tesi e la relazione finale esprimendo un parere riguardo all’ammissione dei dottorandi a sostenere l’esame finale.

Ultimo aggiornamento: 31/08/2016 09:04
Campusnet Unito
Non cliccare qui!